Come investire 100000 euro nel 2018?

L’investimento di un capitale importante come 100.000 euro non deve essere in nessun modo sottovalutato. L’esperienza dell’investitore gioca un ruolo fondamentale, ma bisogna assolutamente studiare ogni movimento a tavolino. In questo modo sarà molto più semplice effettuare un vincolo di questa cifra e guadagnare soldi grazie ad investimenti oculati. Una delle soluzioni migliori è sicuramente il conto deposito, in grado di poter generare un utile vincolando una somma importante. Ma ci sono davvero moltissimi modi per poter effettuare un investimento sicuro: acquistare un immobile, oppure diversificare il capitale. Ecco dunque come investire 100000 euro nel 2018 e quali sono tutti gli accorgimenti da seguire.

Investire 100000 euro, gli accorgimenti da prendere

Prima di investire una somma simile, bisogna capire come muoversi nel mondo della finanza. I modi per poter investire sono davvero molti, ma questo comporta un’individuazione e l’analisi successiva dei pro e dei contro. Prima di prendere decisioni affrettate è bene studiare e analizzare tutti gli investimenti che rispecchiano le nostre esigenze: ci sono metodi per poter avere un guadagno sul medio o lungo periodo, ma anche su un breve lasso di tempo. Inoltre gli investimenti hanno tutti un margine di rischio, il quale aumenta o diminuisce in base al tipo di strumento. Dopo aver individuato i metodi che ci sembrano più consoni alle nostre richieste è bene capire come voler investire il proprio capitale e come gestire il rischio. Alla luce di questa scelta è sempre meglio affidarsi ad un professionista del settore, una figura professionale fidata che sia in grado di saperci indicare con certezza qual è l’investimento migliore da scegliere. La fase di studio è molto importante proprio perché determinerà la riuscita e di conseguenza il guadagno totale sui 100.000 euro investiti.

Quali sono i migliori mercati del 2018 per investire 100000 euro?

Ma quali sono i migliori investimenti da poter fare nel 2018 con un capitale di 100000 euro? Ecco una lista per capire su quale mercato investire:

• Il mercato immobiliare: una cifra così importante può essere investita in questo mercato. L’acquisto di un nuovo immobile o di un vecchio locale da poter ristrutturare possono essere degli investimenti a lungo termine che fruttano ancora un ottimo guadagno. C’è chi decide di affittare casa, oppure chi decide di investire in ristrutturazione proprio perché può usufruire delle detrazioni fiscali sul bonus casa 2018.

• Il conto deposito: una cifra come 100 mila euro può essere vincolata in un conto deposito. La durata del vincolo dovrà essere alta, ma su una cifra del genere si possono ottenere moltissimi interessi. Chi non ha fretta può sfruttare questa fonte di guadagno.

• Le obbligazioni: anche nel 2018 il mercato delle obbligazioni sembra essere uno dei più gettonati dai risparmiatori. Ci sono molte obbligazioni che possono fruttare bene, soprattutto con un investimento a lungo termine.

• Piani Individuali di Risparmio: questo nuovo strumento a medio termine può essere una soluzione alternativa. I PIR prevedono un investimento da parte delle famiglie per le piccole e medio imprese, l’agevolazione sarà vedrà la detassazione delle plusvalenze, ovvero dei guadagni. Questo potrebbe essere utilizzato come investimento alternativo.

• Il trading online: anche nel 2018 il trading online rimane una delle forme di investimento più battute da chi vuole guadagnare. Un investimento rischioso, ma con un guadagno davvero elevato: una soluzione utile per chi è esperto e vuole provare a raddoppiare o a triplicare il proprio capitale.

Come investire 100000 euro nel 2018: i consigli per un ottimo investimento

Gli investimenti nel 2018 lasciano pensare ad una crescita economica non indifferente. Ma se non siete esperti bisogna assolutamente correre ai ripari. In primo luogo bisogna sempre affidarsi ad una persona esperta e allo stesso tempo fidata, un modo tale da non lasciare nelle mani sbagliate un capitale importante. In seconda battuta è necessario pianificare al meglio tutti gli investimenti: la casualità non porta a nulla ed è necessario capire a tavolino come muoversi. È proprio in questo istante che si determina il successo o meno di un investimento, sia a breve che a lungo termine. Infine è necessario saper ripartire gli investimenti: questo concetto è fondamentale se non si vogliono correre rischi inutili, ma soprattutto se si vuole avere un guadagno più costante nel tempo.

L’importanza della diversificazione degli investimenti per contenere le perdite

Come abbiamo già visto, la differenziazione è necessaria se si vuole avere un guadagno maggiore, ma soprattutto per saper contenere le perdite. Solitamente le ripartizioni del capitale vengono effettuate in base a diversi metodi di investimento e di guadagno: in questo modo sarà più semplice limitare le perdite da parte di chi decide di compiere un investimento di questo genere. Inoltre la differenziazione è molto importante soprattutto quando parliamo di guadagni maggiori: sapere scegliere la cifra giusta da investire con il metodo più corretto, può portare ad un aumento del capitale non indifferente. Ad esempio i 100.000 euro di partenza possono essere ripartiti in un conto deposito (50.000 euro), nell’acquisto di obbligazioni sicure (una cifra di 30.000 euro sarà sufficiente) e in trading online: in questo modo sarà possibile avere più fonti di guadagno e recuperare anche le eventuali perdite derivanti da investimenti più rischiosi.

signature